Modi per smaltire il legno in modo sicuro

Nonostante il legno viene definito come una risorsa da fonte di natura rinnovabile, la sua conservazione è fondamentale per la silvicoltura sostenibile e la protezione del nostro intero pianeta. Infatti, il legno è considerato un rifiuto solido e, sebbene viene smaltito nelle discariche, ci sono altre modalità molto più adeguate rispetto al classico smaltimento.

Da dove provengono i rifiuti derivanti dal legno

Generalmente, tutto ciò che arriva ad essere trattato come rifiuto di legno proviene da scarti di tipo abitativo e commerciale. Questi scarti per lo smaltimento del legno sono materiali come ad esempio i rami, i pallet, la polvere di legno o segatura, gli scarti di materiale legnoso. Questi rifiuti di legno, ovviamente, hanno un’origine specifica e, in sostanza, derivano quasi totalmente da legno già in precedenza lavorato, come potrebbe essere un vecchio mobile, un pallet o pezzi di legname di abbellimento architettonico. La restante origine è certamente derivante da rami, alberi rimossi o altro.

Quali sono le scelte alternative per lo smaltimento del legno

Esistono, fortunatamente, anche altre possibilità per smaltire il legno, vediamo quali.

Smaltire il legno attraverso un impianto industriale che lo lavora

Generalmente, tutte le lavorazioni che riguardano l’edilizia, come la realizzazione di costruzioni ma anche le demolizioni, producono grosse quantità di rifiuti di carattere legnoso. Per questo, se un’azienda di questo tipo, intende ottimizzare i suoi costi, ma aiutare anche l’ambiente, può smaltire i suoi rifiuti legnosi attraverso aziende e impianti che trattano e lavorano il legno. In questo modo può riuscire a generare costi inferiori rispetto allo smaltimento della stessa quantità di legno che si porta in una qualsiasi discarica.

Utilizzare il legno e sostenere il suo riutilizzo

La fantastica opportunità che ci offre il legno è quello di permettere la concretizzazione, attraverso il suo riutilizzo, della nascita di nuovi prodotti. Ad esempio, scatole per imballaggio, pellets e altra tipologia di legno, che è inserita nella filiera del consumo e della commercializzazione di prodotti, possono essere riutilizzate e rimesse in circolazione diverse volte.

Differenziazione e raccolta del legno

Il legno è un materiale che può essere trasformato per essere poi riutilizzato sotto altra forma. Infatti, grazie alla sua duttilità, il legno può essere raccolto e trasformato per altri scopi, rispetto a come era stato realizzato in una sua prima fase di vita. Ad esempio, dopo il recupero di legno che può essere avvenuto gratis si può trasformare in compost per migliorare il suolo di un terreno.

Sfruttare il legno per trasformarlo in biomassa ed energia

Produrre biomassa ed energia per ricavarne elettricità o vapore è un qualcosa di percorribile e che rende sostenibile ogni forma di produzione di questo genere. Infatti, questo processo lavorativo del legno è di gran lunga più pulito, in termini di combustione, rispetto alle emissioni provocate da altri materiali che sono generalmente di natura fossile.

Raccolta del legno in discarica

Il legno che viene raccolto e trasportato in discarica è un qualcosa che dovrebbe essere considerato come ultima possibilità di smaltimento. Per questo evita questa soluzione come prima scelta o approccio.

Il migliore approccio da adottare

Certamente la soluzione migliore da adottare è quella di evitare di disfarsi del legno. Naturalmente, se questo non si può proprio evitare è sempre bene pensare a come poter riutilizzare il legno che altrimenti dovrebbe essere smaltito.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi