La cyber security nel 2021

La sicurezza in rete è senza dubbio una delle tematiche più importanti e che vengono maggiormente sentite, tanto che ormai tutte le aziende dispongono del loro esperto per questo particolare settore e si occupano personalmente della propria cyber security.

In questo 2021 ci sono moltissime cose che sono cambiate e hanno variato notevolmente il ruolo di questo settore, tanto da renderlo molto complesso da comprendere: ad oggi possiamo fare qualche previsione degli andamenti di questa particolare tematica, tuttavia niente è certo in quanto il periodo che stiamo vivendo sta incidendo sulla nostra vita di tutti i giorni.

Parleremo proprio di questo nel nostro articolo di oggi: analizzeremo nel dettaglio tutte le previsioni che sono state formulate dagli esperti dopo gli eventi occasionali ed eccezionali del 2020 che hanno radicalmente modificato tutte quelle che sono le attuali abitudini. E nel caso in cui questa particolare tematica ti interessasse e volessi approfondire qualche aspetto in più puoi sempre visitare il nostro blog, cioè IT Manager Space, in cui i nostri esperti si occupano di spiegare proprio questi fenomeni più appassionanti e curiosi del mondo della tecnologia.

Per quale motivo la cyber security sta cambiando nel 2021?

Se pur non possa sembrare così, anche la cyber security sta cambiando in questo particolare periodo che stiamo vivendo. Basta pensare a tutti i lavoratori che ora utilizzano la rete domestica a causa dello Smart working, il che include un maggiore controllo per poter evitare delle fughe di dati.

Il lavoro da remoto e solo uno dei fattori che domina questo cambiamento, insieme all'accelerazione delle abitudini digitali di tutti noi, infatti si sostituisce sempre più il cartaceo con delle banche dati virtuali.

Le previsioni di cambiamenti della cyber security nel 2021

Non c'è alcun dubbio: anche questo settore ha subito tale influenza ed è attualmente in corso di modificazioni per cui si possono solo fare delle previsioni, senza dare alcuna certezza, tuttavia sicuramente scopriremo tutto quello che c'è da sapere molto presto, andando a osservare la situazione decisamente più da vicino.

Possiamo però dire che, essendoci delle minacce incombenti sulla sicurezza informatica, questo aspetto non verrà assolutamente trascurato, ma anzi, vi si riporrà un maggiore interesse.

Possiamo prevedere degli attacchi mirati che sfruttano le nuove abitudini sociali che ognuno di noi ha, dunque attacchi di phishing che vanno direttamente alle reti di casa dei dipendenti andando a mettere in pericolo l'attività aziendale, tramite talvolta dei trust attacchi oppure dei deepfake.

Avremo anche degli attacchi ransonware di nuova generazione che potrebbero ingannare, facendo cadere tutti nella trappola, ma anche attacchi DDoS che avranno una maggiore forza in quanto le reti domestiche potrebbero essere decisamente più facili da minacciare.

Nei trand di quest'anno avremo dunque una sicurezza mirata allo Smart working, al fine di proteggere tutti in maniera flessibile, anche i computer stessi dei lavoratori e del sistema informatico, andando anche a sfruttare in maniera adeguata l'intelligenza artificiale, in grado di sventare le eventuali minacce.

Insomma, le sfide per la cyber security non saranno poche, tuttavia siamo certi che gli esperti di questo settore saranno perfettamente in grado di fronteggiarle e difendersi da tutti i possibili attacchi, esattamente come fanno da diverso tempo.

Le conclusioni dell'articolo

Ed eccoci giunti al termine del nostro articolo, in cui abbiamo analizzato nel dettaglio tutto quello che è il mondo della cyber security e di come questo sta vivendo dei periodi di modificazioni radicali a causa della pandemia che stiamo vivendo, la quale ha cambiato tutte le nostre abitudini anche dal punto di vista lavorativo.

Non c'è alcun dubbio: anche questo settore ha subito tale influenza ed è attualmente in corso di modificazioni per cui si possono solo fare delle previsioni, senza dare alcuna certezza, tuttavia sicuramente scopriremo tutto quello che c'è da sapere molto presto, andando a osservare la situazione decisamente più da vicino.

Ti ringraziamo per essere arrivati a questo punto della lettura e ti ricordiamo la possibilità di indagare su molti altri argomenti altrettanto interessanti direttamente sul blog prima menzionato: certamente non te ne pentirai!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi